L’incoerenza

22 Mag

Questo articolo costituiva un corpo unico insieme con quello sui NO che diventano sì; li ho separati per una maggior facilità di lettura.

Da oggi affrontiamo un argomento che esprime un errore educativo fra i più diffusi e che inficia uno di quelli che definisco “i cinque pilastri dell’educazione”, la coerenza (gli altri sono rispetto, equilibrio, dialogo e amore). L’incoerenza sembra uno dei mali più diffusi sul Pianeta, ma è in realtà un comportamento del tutto umano: essa si manifesta ogni giorno, affligge tutti e ha quasi sempre motivazioni complesse (si pensi al caso della persona che deve bilanciarsi fra due situazioni incompatibili): gli adulti sono preparati (o almeno dovrebbero esserlo) ad affrontare le contraddizioni, ma un bambino le vivrà sempre con estremo disagio.

Molti di noi si sorprendono per le capacità logiche di bambini anche piccoli, di 3-4 anni: essi sono in grado di scovare ogni minima contraddizione insita in un ragionamento o un’azione (il papà che fuma, ma invita il fratello grande a non fumare mai…); l’incoerenza (reale o apparente) e/o la non comprensione innescano i numerosi e ben noti “Perché?” che ogni bambino ripete allo spasimo e cui invito a dar sempre una risposta esauriente, pur se con un linguaggio semplice e a lui comprensibile: ovunque la logica si fermi, interviene la la magica parolina di domanda…

Essere incoerenti con un bambino significa non rispondere a un suo “perché”, o peggio a rispondere con una falsità; inutile cercare di spiegargli un’evidente contraddizione con motivazioni etiche o di umana fallibilità: egli non la capirà e la vivrà male. Per un individuo abitudinario come lui, alla disperata ricerca di regole e di regolarità, l’incoerenza è destabilizzante, produce insicurezza. Ecco quindi che essere incoerenti con un bambino significa anche mancargli di rispetto: quando sarà adulto potrà (anzi, dovrà) capire i meccanismi che sottendono a una situazione che, dal punto di vista logico, appare poco comprensibile, ma per ora egli ha bisogno di chiarezza e prevedibilità; insomma, coerenza.

Durante lo sviluppo di questo argomento sviscereremo l’importanza della solidità e immutabilità dei NO e dei castighi, della coerenza fra i genitori, dell’esempio e del mantenimento le promesse.

Annunci

6 Risposte to “L’incoerenza”

Trackbacks/Pingbacks

  1. La violenza verbale | la Catena di #Elettra - 28 maggio 2013

    […] domande, molti spunti che traggo dalla rete si riferiscono ad argomenti diversi dal ruolo e dalla coerenza, ho deciso di procedere in modo “orizzontale”, sviscerando cioè le restanti categorie in […]

  2. L’inganno: la “sorpresa” | la Catena di #Elettra - 4 giugno 2013

    […] vita e nelle situazioni di tutti i giorni. Da quando abbiamo visto l’argomento dell’incoerenza, sappiamo che il bambino non è ancora dotato di strumenti psichici e critici per elaborare […]

  3. Genitore, non amico: il ruolo | la Catena di #Elettra - 11 giugno 2013

    […] guida esercitata da un genitore dev’essere unica, autorevole e coerente, cioè il suo atteggiamento dev’essere insostituibile, credibile e di buon esempio. Un […]

  4. I nonni (et al.): risorsa o problema? | la Catena di #Elettra - 27 giugno 2013

    […] i nonni pensano che i NO possano diventare sì, forse è opportuno che ne discutiate con loro e strappiate la promessa (la cui messa in pratica […]

  5. I NO che diventano sì | la Catena di #Elettra - 29 giugno 2013

    […] articolo costituiva un corpo unico insieme con quello sull’incoerenza; li ho separati per una maggior facilità di […]

  6. L’incoerenza fra i genitori | la Catena di #Elettra - 27 novembre 2013

    […] gli atteggiamenti più pericolosi e deleteri ai fini educativi troviamo senz’altro l’incoerenza fra i genitori. Il classico esempio è costituito dal genitore A che nega al bambino il permesso […]

Scrivi qui il tuo commento e grazie della partecipazione! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: